I 3 motivi per cui ho scelto il Nordic Walking come attività fisica

I 3 motivi per cui ho scelto il Nordic Walking come attività fisica

Non ricordo neanche bene come ho scoperto il Nordic Walking: una sera ho iniziato a leggerne qualcosina e ho approfondito. Mi ha ispirato sin da subito e l’ho sentito un po’ come qualcosa che deve far parte della mia vita.

Ogni tanto viene anche Chiara con me a camminare. Ora che ancora siamo distanti è un po’ difficile ma quando vivremo insieme potremo senz’altro farlo più spesso.

Cosa è il Nordic Walking?

Il Nordic Walking consiste in una camminata sostenuta con l’ausilio di due bastoncini dotati di guanto. Si punta il bastoncino opposto al piede che si sta portando avanti e si spinge con la mano per facilitare il movimento. Il guanto è attaccato direttamente al bastoncino, quindi mentre si spinge si lascia la presa e si fa un movimento che mi ricorda tanto lo stile libero di nuoto.

Nordic Walking

Fotografia di Markus Spiske su Unsplash

I benefici a livello fisico

Il Nordic Walking ha tutti i benefici di una camminata veloce con in aggiunta un impiego muscolare di quasi tutto il corpo. Vengono utilizzati infatti il 90% dei muscoli del corpo, rendendolo molto più completo della camminata normale.

E’ inoltre meno stressante sulle articolazioni rispetto alla corsa, cosa che lo rende molto adatto anche a chi, come me, è un po’ in sovrappeso e sta cercando di rimettersi in sesto. Posso dirti quindi per esperienza personale, che è ottimo per recuperare la forma fisica. L’altro lato positivo e bello del Nordic Walking è che si tratta di un’attività che si può svolgere a molti livelli di preparazione atletica.

All’inizio il movimento può sembrare difficile ma una volta che si è presa un po’ di dimestichezza si vedranno miglioramenti di sessione in sessione.

Come iniziare

Quello che serve obbligatoriamente per iniziare con il Nordic Walking sono i bastoncini. Ce ne sono di molti tipi e di molti materiali. E’ abbastanza importante sceglierli leggeri e dell’altezza giusta.

Ci sono delle tabelle che, in base alla propria altezza, aiutano a capire quanto debbano essere lunghi. Io consiglio di consultare questo articolo di Nordic Walkers che è molto esaustivo. Questi che vi mostro affianco sono quelli che ho scelto io dopo aver studiato un po’.

Inizialmente mi ero un po’ concentrato sui bastoncini telescopici, in modo da poterli portare in giro in bici. Poi li ho scelti a lunghezza fissa perché mi danno l’idea di essere più stabili. Oltre a questo i motivi che mi hanno portati a sceglierli sono stati la leggerezza e la possibilità di sganciare il guanto in maniera veloce.

Inizialmente ho guardato diversi video per farmi un’idea del Nordic Walking e su come poter iniziare. Questo qui che ti lascio è quello che ho trovato più esaustivo.

Poi il consiglio è quello di cercare un gruppo della propria zona e fare qualche lezione con un’istruttore e, perché no, fare qualche uscita di gruppo. Io non l’ho ancora fatto ma penso proprio che lo farò dopo il trasferimento nel torinese.

I tre motivi per cui ho scelto il Nordic Walking

Concludo l’articolo dicendoti finalmente i tre motivi che mi hanno spinto a questa scelta:

  1. La sua completezza: a me è sempre piaciuto tantissimo camminare. Il fatto che il Nordic Walking, come abbiamo visto, faccia muovere tutto il corpo, l’ha reso lo sport perfetto per me.
  2. Mi porta in mezzo al verde, perché farlo su strada proprio non mi piace. Stare nella natura ha un sacco di benefici, uno su tutti abbassa i livelli di stress. Quindi sono contento di starci di più anche grazie a questo sport.
  3. Si può fare facendo due chiacchiere in compagnia e in maniera leggera. Per leggera non intendo in modo pigro ma intendo che non ci sono problemi nel caso in cui ci si voglia fermare a bere un bicchiere d’acqua o ad osservare un panorama. Altri sport, come la corsa, renderebbero molto difficili queste pause.
Tag , ,
Opzioni sottoscrizione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Top